Marcel Broodthaers e «la parole des Moules»

Giornata di studi: approfondimenti dedicati all’opera di Marcel Broodthaers

Sa 22.10.2022

  • Sede LAC

  • Piazza Bernardino Luini 6, 6900 Lugano
  • Evento gratuito

Il MASI offre al suo pubblico la possibilità di incontrare a Lugano alcuni dei maggiori esperti sull’arte di Marcel Broodthaers che parteciperanno con un intervento di approfondimento preparato in occasione della giornata di studi e della mostra. Il rapporto tra arte visiva e poesia caratterizza tutta la produzione artistico-letteraria di Marcel Broodthaers: dagli scritti poetici degli anni Cinquanta, passando attraverso i Poèmes industriels, le Lettres Ouvertes, sino ai Décors degli anni Settanta. Attratto dai grandi poeti della modernità, l’artista crea un universo poetico che si muove nella tensione tra opposti, disorientando e insinuando dubbi.

In occasione dell’evento è possibile visitare la mostra gratuitamente dalle ore 10 alle ore 18.

Programma:


11:00 | Marcel Broodthaers: Il grado zero della scrittura (in italiano) | Hall LAC

Dagli scritti poetici degli anni Sessanta ai Poèmes industriels, l’intervento analizza in un’ottica comparatistica e interdisciplinare l’opera di Broodthaers alla luce dell’inedita relazione tra poesia e arte visiva.

Postdoctoral Fellow al Fondo nazionale della ricerca scientifica belga (F.R.S.-FNRS), Maria Elena Minuto è ricercatrice all’Università di Liegi e alla KU Leuven.


13:30 | Le Poesie Industriali di Marcel Broodthaers (in inglese) | Sala 4, LAC

Le opere di Marcel Broodthaers uniscono tra loro forme visive semplici e concetti complessi. Coniugando parole e immagini e utilizzando vari linguaggi artistici, l’artista mette in relazione tutte le aree della sua pratica artistica. Questo intervento di Deborah Schultz approfondisce le opere esposte in mostra, le Poesie industriali.

Deborah Schultz insegna storiografia, arte moderna e contemporanea presso la Regent’s University di Londra.


14:15 | Marcel Broodthaers e il cinema (in inglese) | Sala 4, LAC

Nonostante una filmografia di almeno 50 titoli, molte opere (non filmiche) e scritti che fanno
riferimento al cinema, alla sua (pre-)storia, alla sua tecnologia e ai suoi strumenti, raramente si
considera Broodthaers come un regista. Broodthaers è spesso presentato come l’artista per eccellenza della "condizione post-medium", che fonde costantemente media artistici, tecnologie e metodi di visualizzazione. Questo intervento cerca di guardare a Broodthaers come un regista in senso stretto.

Steven Jacobs è storico dell’arte specializzato nell’interazione tra film, arti visive e architettura.


15:00 | Surrealista, artista Pop o concettuale? Marcel Broodthaers nel suo tempo (in inglese) | Sala 4, LAC

Il ruolo incerto e indefinito di Marcel Broodthaers si può considerare parte della sua opera: è un poeta, un regista o un artista? In questo intervento verranno discusse le letture contemporanee, le interpretazioni sbagliate e i fraintendimenti sull’opera di Broodthaers, in parte astutamente provocate e compromesse dall’artista stesso.

Dieter Schwarz è storico dell’arte, autore e curatore indipendente specializzato in arte moderna e contemporanea. Dal 1990 al 2017 è stato direttore del Kunstmuseum di Winterthur.

Evento nell'ambito di

Cultura in movimento