La Società Ticinese di Belle Arti, in collaborazione con il Museo d’arte della Svizzera italiana (MASI Lugano), propone due conferenze: la prima dedicata ad Aleksandr Rodčenko, in concomitanza con la mostra presentata al LAC (28 febbraio – 8 maggio 2016), la seconda al movimento dadaista, in occasione del centenario della nascita.

Martedì 8 marzo, ore 18.30, MASI Lugano, LAC Sala 4
Aleksandr Rodčenko e il Suprematismo Partendo da alcuni esempi di arte russa precedente la rivoluzione d’ottobre, la conferenza esplorerà il contesto in cui Rodčenko ha vissuto portando ad esempio la produzione coeva in settori come la letteratura, il cinema, l’architettura e le arti applicate, per poi concentrarsi sulle tangenze fra l’artista e gli esponenti del Suprematismo, concludendo con un’incursione sull’eredità che tali esperienze hanno generato.
Il relatore: Nicholas Costa è mediatore culturale presso il MASI. Si è formato all’Università degli studi di Milano con un Bachelor in Scienze dei Beni Culturali. È tuttora impegnato in un Master in storia e critica dell’arte nello stesso istituto.

Martedì 22 marzo, ore 18.30, MASI Lugano, LAC Sala 4
L'avventura dadaista Per celebrare i cento anni delle rampanti sperimentazioni dadaiste, avanguardia esplosiva che ha portato alla rottura dell'idea tradizionale di arte fondando le basi della contemporaneità, si prenderanno in considerazione i suoi protagonisti, le loro opere e le sue sfaccettature, legandole ai diversi contesti geografici e politici.
La relatrice: Alice Nicotra lavora come guida e collaboratrice per l’Ufficio della Mediazione culturale presso il LAC e per la Fondazione FIPPD. È storica dell’arte specializzata in ambito contemporaneo con particolare interesse per la disciplina della Psicologia dell’arte e per le Avanguardie Storiche.

Per ragioni organizzative è gradita una conferma di partecipazione email:
stba@ticino.com / carlottarossi.stba@gmail.com

Entrata gratuita

Informazioni:
stba@ticino.com

Con il sostegno di:
Repubblica e Cantone Ticino
DECS