Dal Vero Fotografia svizzera del XIX secolo

27.0303.07.2022

Adolphe Braun, Die Pissevache (Wallis), um 1865 © Thomas Walther Collection

La fotografia fu proclamata invenzione francese a Parigi nel 1839 e in breve tempo conquistò l’intera Europa. Se la corsa alle innovazioni tecniche ebbe inizio nei capoluoghi, i principali centri culturali, ben presto le prime pesanti macchine fotografiche raggiunsero anche villaggi, campagne, valli sperdute e montagne, dove i fotografi facevano scalpore con le loro immagini realizzate “dal vero”. Come è stato possibile per la fotografia diffondersi così rapidamente? Chi sono stati i pionieri svizzeri a scoprire ambiti di applicazione sempre nuovi, dai ritratti di rappresentanza alle foto segnaletiche, dagli studi sulla natura e sul paesaggio alla documentazione dello sviluppo industriale e tecnologico, dagli ingrandimenti scientifici alla cronaca di eventi?

“Dal vero” è la prima panoramica esaustiva dedicata ai primi cinquant’anni di diffusione del medium fotografico in Svizzera. La mostra presenta un’eccezionale selezione di opere provenienti da numerose collezioni pubbliche e private in grado di testimoniare il ruolo artistico, sociale ed economico di questa rivoluzionaria invenzione.

Una coproduzione della Fotostiftung Schweiz (Winterthur), del MASI Lugano e del Photo Elysée (Losanna). La mostra sarà accompagnata da una pubblicazione esaustiva edita da Steidl Verlag (disponibile in tedesco e francese).

  • MASI LAC

  • Piazza Bernardino Luini 6, 6900 Lugano
  • Ma / Me / Ve: 11.00 – 18.00
    Gi: 11.00 – 20.00
    Sa / Do / Festivi: 10.00 – 18.00
    Lu: chiu­so
  • Intero: CHF 20.–/Ridotto: CHF 16.–/ Ticino Ticket/IoInsegno: CHF 14.–
    Dettagli