Evento passato

22 maggio 2024

Sala 4

18:30

Sofija Gubajdulina

Dentro la partitura
Un ciclo di appuntamenti voluti per avvicinare il pubblico a una più profonda comprensione della vera essenza della musica. Un’interessante occasione per chi desidera imparare a cogliere anche le più piccole sfumature sonore. Proposto in occasione di un concerto di musica da camera, l’incontro prevede una presentazione da parte del direttore di LuganoMusica Etienne Reymond e, quando possibile, di uno o più musicisti impegnati durante il concerto. Nello specifico, con un linguaggio adatto a tutti, verranno evidenziate le particolarità della partitura, oltre alle caratteristiche storiche del brano. Durante il concerto, poi, l’ascolto apparirà inevitabilmente più ricco e piacevole.


Sofija Gubajdulina “My desire is always to rebel, to swim against the stream”
Sofija Gubajdulina è stata riconosciuta come una delle più originali compositrici del nostro tempo, una delle maggiori rappresentati dell’avanguardia sovietica degli anni Settanta e Ottanta. Grande oppositrice del totalitarismo dell’ideologia sovietica, nasce nel 1931 nella repubblica russa del Tatarstan, da madre russa a padre tataro. Per Gubajdulina, la musica era una via di fuga dall'atmosfera socio-politica della Russia sovietica. Per questo motivo, è molto presente nelle sue opere l’associazione alla trascendenza umana e allo spiritualismo mistico. Queste associazioni religiose e mistiche si concretizzano in vari modi nelle sue composizioni. Nel settimo dei Dieci preludi per violoncello solo, per esempio, la sua scrittura induce l’esecutore a disegnare un crocifisso con l’archetto. Grazie a questo incontro, il pubblico avrà la possibilità di conoscere questa grande compositrice contemporanea.